PILLOLE DI RETAIL

Pillola di Retail #6

Sperimentate tutto!

Nella mia ignoranza giovanile sono sempre stato accompagnato dall’abitudine a sbagliare, imparare, vincere, perdere e rialzarmi.
Spesso ricominciare, a volte totalmente da capo.
Questo è l’insegnamento principale che i miei genitori, i coach o alcuni veterani compagni di squadra mi hanno sempre insegnato in quegli anni.
Never quit!
Per questo ho sempre detestato gli insegnanti a scuola, essi non ti aiutavano a farti capire cosa dovevi fare o meglio a rialzarti ma pensavano solo a dare giudizi o voti.
La mia classe era uno zoo tra secchioni, personaggi anonimi, simpatici scansafatiche nonché somari ripescati da altre classi.
Terminato il liceo mi trovai fino all’ultimo nell’indecisione di quale facoltà scegliere volendo subito tranquillizzare tutti quelli che avvertono il disagio di quale percorso intraprendere.
Io mi sono diplomato al liceo con 36/100 a luglio del 1985 e a settembre non sapevo dove iscrivermi; erano altri tempi e comunque io (essendo peraltro andato a scuola un anno avanti) non ero maturo e pronto.
Buio totale.
Per me ai tempi contava solo lo sport e ancora una volta fu grazie ad esso e a nuovi compagni di squadra che proseguì la mia crescita e maturazione.
Tra questi Giorgio Longhi dei Warriors di Bologna, fullback della mia città e della nazionale, vincitore di un superbowl e di diversi premi individuali.
Era un sergente di ferro, un uomo tutto di un pezzo. Instancabile e mai arrendevole.